Dispositivo Sicurezza Anti Abbandono: Universale, Omologati a Norma di Legge

Dispositivo Sicurezza Anti Abbandono Universale per Seggiolini Auto: recensioni e opinioni sui dispositivi Omologati e a Norma di Legge in vendita su Amazon

La Normativa di Riferimento

Legge 117 del 01 ottobre 2018

Decreto Ministero dei trasportiCon l’entrata in vigore della legge n.117 del 2018 viene modificato l’art. 172 del Codice della Strada prevedendo l’obbligo di dotarsi di dotarsi di un sistema di Dispositivo Sicurezza Anti Abbandono per tutti i bambini di età inferiore ai 4 anni trasportati in auto. La normativa, però, si limitava a introdurre l’obbligo e rimandava ogni decisione sulle caratteristiche tecniche di questi prodotti a un decreto attuativo del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Il decreto attuativo ha avuto un iter piuttosto travagliato; doveva essere pronto entro il 27 dicembre 2018, ma ha visto la luce solo in forma di bozza verso fine gennaio 2019. Il testo, è stato quindi inviato per eventuali aggiustamenti all’ufficio di informazione sulle regolamentazioni tecniche della Commissione Europea (Tris), dove è rimasto fino al 22 luglio 2019.

Il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha deciso di modificare il decreto attuativo accogliendo in parte le precisazioni del Tris. Questo anche per evitare un procedimento di infrazione da parte della Commissione europea. Il testo modificato è stato poi sottoposto al parere del Consiglio di Stato.

A fine settembre 2019, il Consiglio di Stato ha dato il suo parere favorevole al decreto con alcune osservazioni. Il decreto è così tornato in mano alla Ministra dei Trasporti, che lo ha firmato, recependo le osservazioni del Consiglio di Stato, con Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 122 del 02 ottobre 2019, “Regolamento Attuativo dell’art. 172 del Nuovo Codice della Strada”.

Dopo essere stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, il 06 marzo 2020 il decreto è entrato in vigore e con esso l’obbligo e le relative sanzioni nonostante quanto specificato dalla legge n. 117 del 2018 ovvero che l’obbligatorietà dei sistemi antiabbandono.

Dispositivo Sicurezza Anti abbandono Bluetooth

Cos’è e come funziona

Il Dispositivo Antiabbandono, per definizione all’art. 1 lett. b) del Regolamento di Attuazione della Legge 117/2018 è un dispositivo di allarme, costituito da uno o più elementi interconnessi, la cui funzione è quella di prevenire l’abbandono dei bambini di età inferiore ai quattro anni, a bordo dei veicoli delle categorie MI, NI, N2 e N3 e che si attiva nel caso di allontanamento del conducente dal veicolo. Il dispositivo antiabbandono deve segnalare l’eventuale abbandono del bambino sul veicolo sul quale è trasportato, da parte del conducente del veicolo stesso mediante l’attivazione di un segnale di allarme in grado di attirare l’attenzione del conducente tempestivamente attraverso appositi segnali visivi e acustici o visivi e aptici, percepibili all’interno o all’esterno del veicolo.

Indipendenti o integrati nel seggiolino?

Al momento in commercio esistono diversi sistemi universali che si possono aggiungere senza cambiare il seggiolino. Ma attenzione alla omologazione!

Quali sono i vantaggi scegliendo un modello universale:

  • non devi cambiare seggiolino;
  • puoi passarli da un seggiolino all’altro e usarli su più auto;
  • puoi scegliere il seggiolino che più ti piace senza dover limitare la scelta ai pochi modelli con il sensore integrato.

Tuttavia questi sistemi hanno un grosso svantaggio. La maggior parte dei modelli è dotata di un sensore di peso da mettere sotto il bambino, ma poiché il decreto non stabilisce caratteristiche dimensionali e fisiche che assicurino la compatibilità dei sistemi indipendenti con tutti i seggiolini e ha demandato ai fabbricanti la responsabilità della conformità.

I sistemi integrati purtroppo sono disponibili solo su alcuni seggiolini Chicco. Ok, sono più pratici rispetto a quelli universali, ma potrebbero avere una durata più limitata rispetto al seggiolino stesso.

Infatti i difetti del seggiolino con sistema integrato sono:

  • La batteria non sempre facilmente sostituibile, e se si scarica dopo alcuni anni, difficilmente potrebbe essere utilizzato più a lungo, magari da fratellino a fratellino.
  • l’app  di riferimento potrebbe diventare presto obsoleto rispetto allo sviluppo tecnologico degli smartphone.

Nella legge si parla di attivazione automatica senza ulteriori azioni da parte del conducente, e molte persone si sono confuse su questo passaggio. Questo passaggio intende il configurare ogni volta da zero la connessione tra dispositivo anti-abbandono e cellulare. Noi abbiamo scelto il  dispositivo Ehyfra® perchè rispetta questo passaggio e inoltre mette a disposizione all’utente la possibilità di usare l’app in background, per poter usare il dispositivo senza neanche aprire l’app o attivare il bluetooth.

 


Sanzioni e Incentivi per l’acquisto di un dispositivo anti abbandono omologato

La legge è nata per la necessità di proteggere i bebè e bambini dalla distrazione e dimenticanza di un genitore e pertanto è giusto che dal 7 marzo 2020, dopo l’entra in vigore della modifica all’art. 172 del Codice della Strada e successivo Decreto Attuativo del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti chi non si adegua alla nuova normativa rischia una sanzione amministrativa da 83 a 333 euro oltre alla decurtazione di 5 punti patente. A doverla pagare è il conducente o chi è tenuto alla sorveglianza del minore. Se poi, entro due anni dalla prima multa, lo stesso soggetto incorre un’altra volta in una delle violazioni riguardanti i sistemi di ritenuta, oltre alla sanzione pecuniaria avrà anche la sospensione della patente da 15 giorni a 2 mesi.

Negli ultimi 12 anni in Italia ci sono stati più di 8 casi di abbandono con esito catastrofico, mentre negli Stati Uniti 468. Sono dati in continuo aumento. Secondo le statistiche, metà dei genitori ha lasciato intenzionalmente il bambino in auto nel mentre svolgeva qualche commissione (fare la spesa, andare al tabacchi..), sottovalutando il rischio legato al comportamento; l’altra metà invece ha accidentalmente dimenticato il piccolo recandosi a lavoro o tornando a casa.

Prima ancora della scelta di quale miglior fasciatoio scegliere, mentre si sta ancora scegliendo il cuscino per allattamento, la prima cosa utile e obbligatoria dal 6 marzo 2020 è quella di scegliere la migliore soluzione di Dispositivo Sicurezza Anti Abbandono.

Quali sono i motivi per incorrere nella sanzione:

  • assenza del sistema di sicurezza anti abbandono per un bambino fino ai 4 anni di età,
  • si ha il sistema ma questo non è conforme ai requisiti del decreto attuativo di cui all’Allegato A del Decreto Attuativo;
  • il dispositivo anti abbandono non riporta il marchio CE e pertanto non è omologato;
  • il sistema funziona con il dispositivo bluetooth, ma quaesto non è stato attivato oppure l’app non funziona.
Come ottenere l’incentivo

Registrandosi sulla piattaforma del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti si può ottenere l‘incentivo per l’acquisto di uno dei sistemi anti abbandono Omologati in commercio. Il bonus previsto è di 30 euro, per ottenerlo occorre effettuare la registrazione sul sito www.bonuseggiolino.it, accessibile anche direttamente dal sito del Ministero dei trasporti. Una volta effettuata la registrazione il contributo viene riconosciuto sotto forma di un buono spesa elettronico del valore di 30 euro valido per l’acquisto di un dispositivo antiabbandono per ogni bambino di età inferiore ai quattro anni. Occorre però fare attenzione: l’erogazione del bonus è ad esaurimento, per cui chi prima arriva prima alloggia; perciò potranno ottenerlo solo i primi che riusciranno a fare la registrazione.

Per chi avesse già acquistato, anche per questi è previsto il  diritto al rimborso sempre registrandosi sulla piattaforma, allegando copia del giustificativo di spesa.

Dove spendere il bonus

Per tutti gli esercizi commerciali che intendessero accettare il buono dei 30 euro spendibili come contributo per l’acquisto del Sistema Anti Abbandono, anche loro devono registrarsi sulla medesima piattaforma, nell’apposita sezione. Ad oggi sono iscritti 4641 negozi fisici e online. Bisogna verificare quindi sul sito www.bonuseggiolino.it nella sezione “Dove usare i buoni”, in quali negozi fisici si può spendere il buono (cercando per città o provincia) e quali sono quelli online che hanno aderito all’iniziativa .

Dispositivo Anti-Abbandono, quali possibili altri usi

Se la vostra scelta del Dispositivo Anti Abbandono ha optato per la soluzione non integrato, il dispositivo può avere numerosi altri usi anche dopo il periodo di obbligatorietà, cioè quando i figli avranno compiuto i 4 anni di età.

Premettiamo subito che è consigliabile continuare ad usare in Sicurezza il Dispositivo Anti Abbandono anche dopo la soglia legale dei 4 anni, almeno finchè il bambino trasportato non sia in grado di avvertire in autonomia l’eventuale dimenticanza in auto.

Ancora prima di parlare dell’uso futuro del dispositivo è bene assicurarsi che sia facilmente sostituibile la batteria del dispositivo, che ricordiamo essere un altro elemento fondamentale di valutazione della scelta del prodotto migliore.

Una volta terminato l’utilizzo principale per il quale si è scelto il dispositivo, alcuni altri usi possono coniugarsi con l’evitare lo smarrimento di oggetti preziosi e che purtroppo, almeno una volta, sono capitati a tutti nella vita.

Pensiamo allo smarrimento delle chiavi di casa, o al furto di una valigia in aeroporto, tutti disagi che preferiremmo evitare. Il dispositivo indipendente, vista anche la sua praticità e ridotte dimensioni si presta facilmente ad altri usi.

Pertanto il dispositivo può essere utilizzato per non perdere:

        • le chiavi
        • la valigia
        • il portafoglio
        • il cellulare

 

Come acquistare il miglior Dispositivo di Sicurezza Anti Abbandono

Acquistarlo su Amazon e ricevere il bonusseggiolini

Amazon è il motore di ricerca per eccellenza di riferimento per tutti per effettuare qualsiasi acquisto, compreso anche il sistema antiabbandono. Suggeriamo comunque prima di effettuare l’acquisto di verificare, per ottenere l’eventuale bonus, sulla piattaforma Bonuseggiolino l’eventuale disponibilità dei 30 euro in buoni acquisto, e POI effettuare l’acquisto su Amazon.

Una volta completato l’acquisto e ricevuto l’articolo, si può fare la richiesta di rimborso utilizzando il numero dell’ordine Amazon e il codice del buono spesa elettronico del Ministero: entrambi vanno inseriti nell’apposita pagina Amazon amazon.bonus-seggiolini.it. Al termine della procedura si riceverà il rimborso dei 30 euro direttamente con accredito sul mezzo utilizzato per il pagamento sia essa carta di credito o prepagata.

Riassumendo i concetti visti, possiamo dire: meglio i prodotti universali con un sensore sul seggiolino e che diano l’allarme immediatamente, che i sistemi integrati. Per una scelta ancora più attenta verificare la durata della batteria e la facilità di sostituzione e sopratutto verificate il funzionamento della App.

Ad ogni modo, per concludere, per viaggiare in sicurezza con bambini a bordo è bene fare attenzione ad alcuni piccoli suggerimenti che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha intelligentemente riportato in un vedemecum.