Palline per Asciugatrice Come Funzionano, Quante Metterne, Come Usare le Palline Asciugatrice, Dove Comprarle e Come Scegliere le Migliori

Palline per Asciugatrice Come Funzionano, Quante Metterne, Come Usare le Palline Asciugatrice, Dove Comprarle e Come Scegliere le Migliori

Palline per asciugatrice: a cosa servono?

Palline per asciugatrice: a cosa servono?

Le palline per asciugatrice sono un oggetto al quale ormai difficilmente si rinuncia. Si tratta infatti di un aiuto alle faccende domestiche, a basso costo. Un ottimo alleato nella frenesia quotidiana!

Ma qual’è l’utilità di queste palline? Queste sfere hanno la funzione principale di eliminare o ridurre l’utilizzo del ferro da stiro. Stirare infatti è un’ attività che, oltre a prendere moltissimo tempo, fa consumare molta energia elettrica.

Tanto è elevata la sensibilità a questo argomento che di recente è diventato virale l’hashtag #iononstiro: in prima linea gli ecologisti che si sono schierati contro l’utilizzo del ferro. Si stima infatti che evitare lo stiro per un anno intero, equivalga a piantare sette alberi! Per non parlare della riduzione di rifiuti, legato all’acquisto di spray o altri prodotti per agevolare la stiratura.

Oltre a chi evita di stirare per una questione ambientale, si aggiungono tutte quelle donne che, tra gestire lavoro, casa e figli, hanno deciso di impegnare il proprio tempo ad altre attività. Evitare lo stiro significa potersi dedicare ad hobby, interessi o semplicemente relax!

Ci sono poi donne e uomini che proprio non saprebbero da che parte cominciare a muovere il ferro sopra un’asse. In questo caso, spesso vengono in aiuto le stiratrici professionali o le suocere. Quando queste soluzioni non sono attuabili, la ricerca di alternative diventa un’esigenza di tutti i giorni.

Senza insinuare in quale di queste categorie rientri, anche l’influencer più conosciuta al mondo, Chiara Ferragni, ha dichiarato in un famoso video “Io non stiro niente!”

Sembra quindi che stirare sia rimasta un’attività legata al passato e che man mano sempre più soluzioni aiuteranno ad evitarla del tutto. Cosa ci viene in aiuto al giorno d’oggi? Sicuramente le palline per asciugatrice!

Come usare l’asciugatrice per non stirare?

Come abbiamo già visto, utilizzare le palline assieme ai vestiti durante il ciclo di asciugatura è un metodo efficace ed economico per estrarre capi stirati ed evitare l’uso del ferro. Questo metodo potrebbe però non essere sufficiente per il capo più amato dagli uomini (quanto odiato dalle mogli): la camicia.

Ma pochi sanno che esiste un trucco semplicissimo per ottenere camicie perfette in 15 minuti. Di cosa si tratta? Il concetto è semplice: il vapore acqueo è l’elemento più efficace per eliminare le pieghe dei tessuti. Come ottenere quindi vapore senza dover accendere il ferro da stiro o attivare la vaporella? Inserite nel cestello dell’asciugatrice, assieme alle camicie, 3 cubetti di ghiaccio e fatela partire a massima temperatura per un quarto d’ora. Il risultato è garantito e si può adottare questa strategia anche per rinvigorire e rendere perfetta una camicia che si è stropicciata giusto prima di uscire . Provare per credere!

Suggerimenti per l’asciugatura

Suggerimenti per l’asciugatura

L’arrivo di un bebè coincide per le maggior parte delle donne con l’acquisto  di un’asciugatrice.

Non è necessario però essere mamme per sentire l’esigenza di questo elettrodomestico. Vite sempre di corsa, faccende domestiche, ottimizzazione massima di ogni minuto libero, portano a tanta fatica e spesso nervosismo.

Ecco che un aiuto alle faccende domestiche può davvero dare sollievo a tante. E qual è l’acquisto immediatamente successivo? Proprio loro, le palline per asciugatrice.

Molti ne parlano e tanti si domandano se funzionino davvero o no. Infatti l’acquisto delle draw balls, spesso non coincide con quello dell’asciugatrice, ma avviene in un secondo momento. Di solito dopo i primi cicli di asciugatura, nasce l’esigenza di trovare un metodo per tirare fuori capi stirati. Effettivamente anche le migliori macchine pur selezionando il programma stiro facile, non riescono ad evitare del tutto le pieghe.

Molte persone in questa fase si fanno prendere dallo sconforto, temendo di aver azzardato un acquisto che non che non soddisfa a pieno le aspettative.

In realtà è sufficiente informarsi bene per scoprire qualche semplice escamotage:

  • Non sovraccaricare il cestello dell’asciugatrice. E’ vero, le lavatrici da fare sono tante, in inverno fuori non si asciuga niente, i panni puliti e asciugati sono comunque da piegare e di lavoro in casa ce n’è sempre molto. Ma riporre troppi capi nell’asciugatrice non è la soluzione per velocizzare i processi! Rischierete di dover far partire un secondo ciclo, consumare più del dovuto e innervosirvi di più!
  • Avviare il ciclo con le palline in lana; analizzeremo nei prossimi paragrafi tutte le loro caratteristiche.
  • Scegliere il programma corretto, non il più breve! L’asciugatrice terminerà prima in autonomia l’asciugatura nel momento in cui i sensori capiscono che i capi sono asciutti. Grazie alle palline questo avviene molto prima della fine.

Palline per asciugatrice: come funzionano?

Come funzionano le draw balls

Le draw balls sono delle palline da inserire all’interno del cestello dell’asciugatrice assieme al bucato bagnato. Possono essere di vari materiali, dalle palline in feltro, plastica, alluminio alle più famose in lana.

La loro funzione principale è quella mantenere i tessuti separati e voluminosi evitando le odiose pieghe che talvolta si formano sui capi che si estraggono dalla lavatrice. Quante volte, soprattutto se si tratta di tessuti ampi come le lenzuola, all’apertura del cestello ci ritroviamo tra le mani un pezzo di stoffa così perfettamente ripiegato da somigliare più ad un origami che ad un lenzuolo? Oppure al termine del ciclo dell’asciugatrice le calze o i leggings si sono aggrovigliati tra di loro che neanche a farlo volutamente ci si riuscirebbe?

Le palline per asciugatrice evitano questo tipo di inconvenienti e fanno in modo di estrarre dall’asciugatrice capi stirati. E’ sufficiente piegarli bene con le mani per distendere le fibre e poi riporli ordinatamente nell’armadio, meglio se appesi.

Motivo aggiuntivo a favore di questi simpatici oggetti, è il risparmio. Si stima infatti che avviare il ciclo dell’asciugatrice aggiungendo le palline nel cestello, aumenti la velocità di asciugatura, accorciando così il ciclo normale di circa il 25-30%!

Altro aspetto interessante riguarda la morbidezza che prendono i capi: l’utilizzo di queste palline evita addirittura l’aggiunta di ammorbidente nella vaschetta della lavatrice, consentendo un risparmio non indifferente.

Ultimo, ma non meno importante, esse riducono il fenomeno elettrico: l’attrito causato dal movimento dell’asciugatrice infatti fa produrre cariche statiche. Nel momento in cui un oggetto come la pallina, si intromette fra i tessuti, l’elettricità non si accumula, evitando così quell’effetto di aderenza del capo.

Tipologie di palline per asciugatrice

Palline in lana per asciugatrice

Le draw balls hanno la specificità di velocizzare il processo di essiccazione degli indumenti poiché muovendosi all’interno del cestello separano i vestiti facendo passare meglio l’aria calda e assorbendo l’umidità.

Con questo movimento inoltre, permettono alle fibre dei tessuti di non fissarsi con brutte pieghe e questo farà in modo di tirare fuori abiti stirati.

Soprattutto le mamme lo sanno, quanto tempo occupino le attività di lavaggio e asciugatura dei capi di tutta la famiglia! E per coloro che vivono in città o in zone molto umide, in autunno e inverno è quasi impossibile avere capi asciutti e profumati.

Sempre più spesso quindi si ricorre all’acquisto dell’asciugatrice. Si potrebbe pensare che sia una scelta anti-ecologica, ma spesso per far asciugare i vestiti in casa l’unico modo è alzare a più non posso il riscaldamento, aumentando di conseguenza i consumi e l’inquinamento. Per non parlare del disordine che si crea: stendini e termosifoni pieni di indumenti!

Ecco che l’asciugatrice diventa un’alleata anche di quelle donne che hanno un occhio di riguardo per l’ambiente. E con l’utilizzo di palline all’interno del cestello si riducono i tempi del ciclo e di conseguenza i consumi.

Una caratteristica importante delle palline per asciugatrice, è quella di essere atossiche e ipoallergeniche. Ideali perciò per chi ha pelli sensibili o per le mamme che lavano tutti i giorni capi dei bambini.

Esistono principalmente tre tipologie di palline per asciugatrice: in alluminio, in plastica e in lana. Senza ombra di dubbio, le migliori sono quelle in lana. Ma entriamo nel dettaglio e analizziamo pro e contro di ogni tipologia.

Palline in alluminio, in plastica e in lana a confronto

Palline in alluminio: si possono fare con pochi passaggi in casa. E’ sufficiente tagliare dei pezzi di 20 o 30 cm della classica carta di alluminio da cucina e accartocciarlo a forma di palla evitando di comprimere troppo. Modellando dolcemente con i palmi, si otterranno delle sfere ci circa 8 – 10 cm di diametro.  Ne bastano 5 o 6 da riporre nel cestello dell’asciugatrice.

Queste palline fai da te, svolgono bene la funzione di districare i tessuti e di evitare le cariche statiche. A differenza però di quelle di lana, non assorbono l’umidità e durano al massimo una decina di cicli perché tendono a sfaldarsi o ad usurarsi. Resta poi il dubbio che l’alluminio con la sfregatura sulle pareti dell’oblò e col calore, perda delle micro-particelle che poi si possono attaccare ai tessuti ed entrare in contatto con la pelle.

Palline in plastica: hanno una consistenza più dura, ma non eliminano le cariche elettrostatiche. In ottica eco-friendly poi, cerchiamo di ridurre per quanto possibile l’utilizzo della plastica e optare per altre soluzioni.

Palline in lana: hanno tutte le caratteristiche richieste. Distendono i tessuti, eliminano l’aderenza elettrostatica, sono durevoli nel tempo e sono amiche dell’ambiente. Inoltre assorbono l’umidità all’interno dell’oblò, riducendo il tempo del ciclo di asciugatura. Possono essere utilizzate come profumatori semplicemente applicando qualche goccia di olio essenziale (magari lavanda o limone) prima di inserirle nell’asciugatrice.

Palline per asciugatrice: quali scegliere?

Palline per asciugatrice: quali scegliere?

Il mercato offre un’ampia scelta di palline in lana per asciugatrice. Il nostro team di esperti ha quindi selezionato alcuni tra i prodotti in vendita su Amazon e fatto attente analisi e valutazioni. Sono stati considerati le certificazioni, l’origine del materiale, le recensioni e come si presentano. Tra tutti, la scelta è ricaduta sulle palline di lana Tailorsoul, ma vediamo le risposte alle nostre domande principali:

1) RISPONDONO A REQUISITI DI QUALITÀ?

Il prodotto è anallergico, realizzato completamente a mano e privo di additivi dannosi. E’ perciò idoneo anche per entrare in contatto con indumenti per pelli delicate o del neonato. Ha ottenuto l’approvazione REACH del regolamento (CE) n. 1907/2006 come certificato ed autorizzato dal Consiglio del Parlamento Europeo. Sono eco-friendly e riciclabili, fatte in 100% lana organica di altissima qualità Neo Zelandese e il design è italiano.

2) POSSONO ESSERE UNA BUONA IDEA REGALO?

La particolarità che differenzia questo prodotto dalle altre palline in vendita è che queste si presentano in un delizioso cestino di feltro, raffinato e di design. Tra un utilizzo e l’altro infatti, le palline devono essere riposte in un contenitore traspirante per far evaporare l’umidità.  Meglio quindi metterle in un luogo asciutto ed areato, in modo che siano perfettamente asciutte prima del successivo utilizzo. Non riponete mai le palline di lana in contenitori o sacchetti non traspiranti: l’umidità può ristagnare causando cattivi odori.

Questo elegante cestino di feltro può essere anche utilizzato come porta-trucchi in bagno oppure come svuota-tasche per l’ingresso di casa. Il kit inoltre si presenta in una scatola bianca. Con un semplice fiocco può perciò diventare il regalo perfetto per mamme, zie ed amiche!

3) COME SONO LE RECENSIONI?

Le recensioni sono tutte a 5 stelle, confermando così l’ottima qualità del prodotto.

Palline in lana Tailorsoul: caratteristiche

Palline in lana Tailorsoul: caratteristiche

Riassumiamo quindi le principali caratteristiche che ci fanno optare per questo prodotto.

  1. Sono eco-friendly e riciclabili, fatte in 100% lana organica di altissima qualità Neo Zelandese.
  2. Fanno risparmiare consumi poiché riducono i tempi di asciugatura del 15%-30%. Assorbono l’umidità del cestello accorciando il ciclo e facendo risparmiare energia e denaro.
  3. Fungono da ammorbidente naturale: l’azione di movimento delle palline tra i panni distende i tessuti e li rende più morbidi. Puoi così smettere di utilizzare gli ammorbidenti tradizionali che utilizzano sostanze chimiche inquinanti.
  4. Sono antistatiche: riducono le cariche statiche e le pieghe nei capi, di modo che risultino più distesi e semplici da stirare.
  5. Non fanno rumore: l’azione di movimento delle palline, non provoca né fastidiosi  rumori né danni interni mentre l’asciugatrice è in funzione.
  6. Non hanno controindicazioni: adatte a qualsiasi tessuto naturale, possono essere utilizzate per spugne, trapunte, lenzuola, coperte e piumini, abbigliamento in generale ed altro, e tutto ciò che può essere posto in asciugatrice.
  7. Durano negli anni: sono riutilizzabili per più di 1000 cicli di asciugatura o circa tre anni di impiego.
  8. Sono anallergiche: essendo completamente naturali e realizzate a mano non contengono additivi dannosi,  risultando adatte anche alle pelli sensibili.
  9. Sono certificate: prodotto certificato ed autorizzato dal Parlamento Europeo e del Consiglio – approvazione REACH del regolamento (CE) n. 1907/2006.
  10. Non hanno odore:  sono realizzate utilizzando esclusivamente sostanze organiche al 100% naturali, prive di alcun additivo chimico per un prodotto totalmente sicuro e inodore.
  11. Non tingono e non macchiano: prive di alcun additivo sintetico o colorante non rilasciano alcuna traccia per garantire un risultato impeccabile.
  12. Sono facili da usare: e se non bastasse l’intuizione, all’interno del kit si trova un pieghevole relativo a istruzioni/consigli d’uso.

Continua a seguire il nostro sito per conoscere i migliori prodotti dell’anno!